Conte,Casalino,Gualtieri, “Incompetenti” I decreti sono carta da cesso

Intervista a Ornella Mariani

la professoressa saggista.

ornella mariani come stai innanzitutto
nella beh tu conosci la mia situazione personale
esatto diciamo che sto e diciamo che fra
alterne vicende resisto ecco prima di
arrendersi ce ne vorrà è immagine
l’immagine perché sei dura dura come la
scorza se non ti ho mai bidonato quando
sono venuta a me lo è stata per motivi
samente maiora premunt e avevo una
difficoltà ospedaliera faceva certo
certo tranquilla tranquilla quasi vedi
che mi hai costretto a una levataccia
insostenibile e sono qui è se non per
forza perché tutto quello che sta
accadendo chi meglio di te
innanzitutto scusa benevento come siamo
messi e allenamento benevento e un po
diciamo la linea di tutto il sud è
ancora sotto controllo ed immune alla
devastazione dolorosa che ha messo in
ginocchio mezza italia anzi non mezza
italia
l’italia spina dorsale economica dove la
mia convinzione che non potesse essere
solo un caso che tutta questa vicenda
piagasse e piegasse guarda un po
l’area lombarda e bergamo in primis
perché si tratta benevento reggiamo ma
non so fino a quando perché l’esplosione
non è ancora arrivata
ascoltami ornello tu che ti rivedi bene
quello che sta accadendo oggi vedi che
stanno arrivando anche aiuti poi
sentiremo altre persone che ho
contattato ieri la russia arrivata fino
all’altro ieri
disastro insomma america poi comunque ne
parleremo con altri amici di questo
argomento quello che voglio sentire da
te e questa situazione questa incapacità
per conto mio di essere governate da
questi dilettanti allo sbaraglio tu come
la vedi come me oppure tu pensi che
questi siano facendo bene dalla nostra
nazione che questi vanno incriminati
perché il paese è nelle mani di segue se
il gruppo non sono di dilettanti ma di
dilettanti buffoni che insultano la
dignità l’onore la sicurezza della
italia della italia intera perché
sentire questo premier da operetta va
bene ieri sera dire che avremo ragione
di riflettere noi non dobbiamo
riflettere più su niente perché
l’evidenza è sotto gli occhi di tutti

Commenta l'articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: